La Legge Naturale

La Legge Naturale

La Legge Naturale: prende vita dal lavoro di ricerca che il gruppo Legge Naturale ha condotto negli ultimi 2 anni soprattutto grazie alla traduzione del seminario sulla LEGGE NATURALE di Mark Passio, e una conseguente ricerca su questo tema.

LA LEGGE NATURALE

La Conoscenza,
l’esperienza;
il cambiamento.

Un Evento Evolutivo che si svolgerà dal 3 al 7 Luglio 2024.

La sinergia di contenuti e le esperienze che coinvolgono il piano mentale , fisico ed emozionale, assicurano la capacità di raggiungere un obiettivo straordinario: radicare i Principi della Legge Naturale in tutti gli aspetti del proprio vivere quotidiano.

L’evento si compone di due momenti fondamentali.

Le prime tre giornate, mercoledì 3, giovedì 4 e venerdì 5 luglio, avrà luogo un ritiro dedicato ad un gruppo massimo di 25 partecipanti, mentre nelle ultime due giornate il seminario sarà aperto a tutti senza limitazioni.

Un ricco viaggio interiore, alla scoperta del tuo vero Sè

Il Corpo Naturale – simona rovelli
Centreremo il nostro corpo fisico, migliorando l’ascolto e la percezione, attivando una prospettiva biologica per comprendere il legame con l’ambiente Naturale.

Io e l’Orizzonte – eugenio manescalchi
Oltre i ricordi emozionali negativi, riscoprire il potenziale di una pagina bianca, ancora tutta da riscrivere finalmente in piena coerenza, con ciò che veramente sei.

Ingegneria Linguistica – arnaldo cárdenas torres
Abbiamo un cervello che non sappiamo come funziona. Siamo intrappolati in un linguaggio di programmazione, scopriamo come de-programmarci.

IO SONO – lucia schierano
Spettacolo teatrale che narra: “Una donna americana, Heather Ann Tucci Jarraf, racconterà la frode del nome legale e come tornare alla Legge Naturale”.

Seminario Legge Naturale – francesco sani, gio privitera e daniela spedicato
Ripercorriamo insieme l’apprendimento dei principi per comprendere come vivere in un mondo giusto e libero.

Tutti saranno accolti dalla professionalità dello staff del Palahotel Vallenoce a Decollatura (CZ) in una oasi naturale di pace e bellezza assolute.

Contenuti ed esperienze sono condivisi dai relatori in completa gratuità.

Info e costi sui vari pacchetti Evento;
Cell; +39 329 8282217

Legge Naturale Parte 9

Legge Naturale Parte 9: Eseguire Ordini significa fare quello che ti viene detto di fare, senza giudicare per conto proprio se l’azione che ti sta venendo ordinato di compiere sia Giusta o Ingiusta.

PARTE 9:
Seminario on-line sulla Legge Naturale di Mark Passio. doppiato e realizzato da:

  • francesco sani;
  • daniela spedicato;
  • gio privitera;
  • andrea cardamone;
  • danilo villa.

LEGGE NATURALE PARTE 9

ESECUTORI DI ORDINI: se un individuo sta eseguendo ordini, quell’individuo non sta usando la Coscienza, in quanto, per definizione, usare la coscienza significa che uno sta volutamente scegliendo per conto proprio un’Azione Giusta piuttosto che una Ingiusta.

Esecutore di ordini

Esecutore di ordini

Stavo solo eseguendo ordini” non è MAI una valida scusa o “giustificazione” per un comportamento immorale e criminale, e questo patetico tentativo di esimersi dalla propria responsabilità personale NON DOVREBBE MAI ESSERE ACCETTATO come valida scusa per tale comportamento.

GIUSTIFICAZIONE
deriva dal Latino jus, “diritto; legge” e il verbo facere, “fare, creare.” “Creare” un Diritto

Assisti un sistema malvagio nel modo più efficace obbedendo ai suoi ordini e decreti. Un sistema malvagio non merita mai tale fedeltà. La fedeltà ad esso significa partecipare al male. Una brava persona resisterà un sistema malvagio con tutto il suo animo.
– Mahatma Gandhi

COLPEVOLEZZA MORALE
La determinazione di chi è in definitiva COLPEVOLE, o meritevole di BIASIMO, per aver commesso azioni risultate in danno ad altri. Colpevole: “in torto; meritevole di colpa,” dal sostantivo Latino culpa: “colpa; biasimo.”

Chi è PIÙ Moralmente Colpevole?
il Datore di Ordini o l’Esecutore di Ordini??

Alla domanda:
“Chi sta mentendo? Chi Sta dicendo la verità?”
Sia il Datore che l’Esecutore di Ordini rispondono “le MIE AZIONI non l’hanno causato.”

LA DOLOROSA VERITÀ
L’ESECUTORE DI ORDINI è sempre PIÙ Moralmente Colpevole di chi ha dato l’ordine, perché l’Esecutore di Ordini è quello che ha compiuto l’azione, e nel compierla, ha causato la manifestazione del risultante danno fisico. ESEGUIRE ORDINI è la strada verso ogni forma di Caos e Male nel mondo. Non dovrebbe MAI essere visto come una “virtù” da nessuno che consideri sé stesso un essere umano morale.

Gli Esecutori di Ordini sono stati, a conti fatti, personalmente responsabili e moralmente colpevoli per ogni forma di Schiavitù e ogni singolo Regime Totalitario che sia mai esistito sulla faccia della Terra.

RESPONSABILITÀ CONTRO ABDICAZIONE

La RESPONSABILITÀ Personale di un individuo di scegliere un’azione Giusta rispetto a una Ingiusta E’ SEMPRE LA SUA. Uno può solo PRETENDERE di stare “esimendosi” dalla Responsabilità Personale di tale scelta per affidarla a qualcun altro. Non può mai VERAMENTE essere fatto, nella Realtà. Più semplicemente, un individuo è sempre responsabile delle proprie azioni.

NESSUNA SCUSA

Accettate la responsabilità per voi stessi e per le vostre azioni, i vostri pensieri e le vostre parole. Solo voi siete tenuti a rispondere delle conseguenze del vostro comportamento. La debole scusa che il vostro capo l’ha richiesto, che l’establishment se l’aspetta, non regge di fronte alla verità e non è una giustificazione.

Qual è il punto di avere dei principi se consentite ad altri di dettare il vostro comportamento? A conti fatti, sarete voi a giudicare il vostro operato e il vostro contributo nei riguardi della Creazione. Non si baserà su ciò che qualcun altro si aspettava da voi, o ciò che avete fatto perché vi sentivate in trappola.
– David Icke

CAPACITÀ DI RISPONDERE

La maggior parte della gente CREDE erroneamente di poter “cedere” il proprio Diritto Naturale di difendersi ad un altro individuo, gruppo o entità. Nell’avanzare tale falsa pretesa, ha tentato di “esimersi” da una responsabilità che le è sempre appartenuta, e che non si può mai “cedere”.

Coloro che rinunciano a Libertà Fondamentali per avere un po’ di temporanea sicurezza, non meriteranno nessuna delle due e le perderanno entrambe.
– Benjamin Franklin

RISPETTO DI SÉ CONTRO DISPREZZO DI SÉ

Il DISPREZZO DI SÉ è la condizione psicologica di fondo che fa sì che le persone tentino di esimersi dalla Responsabilità Personale di usare la propria Coscienza, e finiscano per Eseguire Ordini e Giustificare azioni immorali. Proprio come non è possibile per un esecutore di ordini di esercitare veramente la propria Coscienza, non è possibile per un esecutore di ordini amare veramente sé stesso.

Il DISPREZZO DI SÉ si crea quando un precedente TRAUMA è stato soppresso e sepolto nel Subconscio, invece di essere stato affrontato e guarito. Tale trauma può assumere la forma di sensazioni di INADEGUATEZZA, siano essi reali, ipotetiche o immaginarie

RISPETTO DI SÉ
Dal Latino “re”, “ancora” e dal verbo Latino spectare, “guardare”. Guardarsi un’altra volta

Solo il RISPETTO DI SÉ può guarire il Disprezzo di Sé, e quindi aiutare a condurre un Esecutore di Ordini verso la Strada della Coscienza.

LA PAROLA PERDUTA

LA PAROLA PERDUTA è un concetto della libera Massoneria Esoterica che rappresenta uno stato di Consapevolezza che è stato in larga parte “perduto” dalla maggioranza degli homines. Per poter pronunciare la “Parola Perduta”, homo deve lavorare su sé stesso, per poter raggiungere uno stato di EQUILIBRIO tra l’emisfero Sinistro e l’emisfero Destro del cervello.

In un tale stato di consapevolezza, l’essere è arrivato a conoscere il Sé, così come il funzionamento operativo della Legge Naturale, e in questo modo è giunto alla comprensione della differenza oggettiva tra Giusto e Ingiusto, o, come viene detto nella Libera Massoneria, tra la “Luce” e l’”Oscurità”.

Nello stato della Consapevolezza Illuminato creato attraverso la Conoscenza della Legge Naturale, un essere umano è finalmente in grado di pronunciare la “Parola Perduta”, che è “NO”, NO è la Parola Di Tutto Il Potere. Solo quando diremo “NO” a coloro che pretendono di essere i nostri padroni, a coloro che pretendono di essere quelli che decidono quali diritti abbiamo o non abbiamo, smetteremo di cedere il nostro potere a chicchessia tranne che a noi stessi, e facendolo, ci riapproprieremo di TUTTI i nostri Diritti.

Sfortunatamente, molte, molte poche persone nel mondo possiedono la CONOSCENZA, la CURA e il CORAGGIO richiesti per farlo. Ecco perché questa Parola Onnipotente è considerata “Perduta.”

Coloro Che non SANNO Non diranno NO.

INSEGNARE LA LEGGE NATURALE AGLI ALTRI Altrimenti Detta: LA GRANDE OPERA

È richiesta una Svolta Epocale nell’Umana Consapevolezza perché l’Umanità si renda Libera dal suo auto-imposto stato di Schiavitù. Sfortunatamente, questo grande cambiamento non è un processo automatico, né è garantito che avvenga affatto. Se si verificherà o meno sarà in funzione della volontà da parte degli esseri umani di apprendere la verità e insegnarla agli altri. Ciò comporta enorme sforzo, dedizione e persistenza.

Una Svolta Epocale ha dei REQUISITI. “Quantum” deriva dal Latino “quantum”, “quantità” per poter rimettere in Equilibrio Verità e Giustizia, una certa QUANTITÀ di persone dovrà COMPIERE la Grande Opera di aiutare altri a ricevere la Verità. MASSA CRITICA

Le scelte comportamentali individuali, basate o sull’Armonia o sul Contrasto con la Legge Naturale, si combinano in energia ed effetto, e nell’INSIEME, influenzano il tipo di esperienza condivisa umana. Questa dinamica agisce come perfetta espressione del Principio di Corrispondenza: “Come Sopra, Così Sotto; Come Sotto, Così Sopra.” In modo Decisamente contrario alle vedute “New Age”, affinché avvenga una svolta EPOCALE, sono RICHIESTI I NUMERI.

Che cos’è la VERA GRANDE OPERA?
può essere solo svolta dopo che uno ha già compreso la Verità riguardo la Legge Naturale e si è allineato ad essa. La VERA GRANDE OPERA è ciò che viene dopo.

La VERA GRANDE OPERA è l’arduo compito di influenzare gli altri a passare attraverso quello stesso processo. È aiutarli a comprendere che, sostenendo e giustificando la legittimità dell’ “Autorità” e dello Stato (la Legge dell’Uomo),essi hanno in realtà sostenuto e giustificato la legittimità della SCHIAVITÙ’, e che sono stati IMMORALI per averlo fatto.

In breve, ciò a cui si riduce la GRANDE OPERA, è far sì che gli individui ABBANDONINO LE LORO RELIGIONI, le false e dogmatiche CREDENZE che trattengono il progresso della Consapevolezza impedendo la ricezione della Verità e della Legge Naturale.

Uno non diventa illuminato immaginandosi figure di luce, ma rendendo l’oscurità conscia. Quest’ultima parte, tuttavia, è sgradevole, e pertanto non è popolare.
– Carl Jung

Educare e informare l’intera massa del Popolo. Questo è l’unico ricorso sicuro per la conservazione della nostra Libertà.
– Thomas Jefferson

In ogni civiltà in declino c’è una piccola parte del popolo che si attiene al Giusto contro l’Ingiusto; che riconosce la differenza tra Bene e Male e che si schiererà attivamente a favore del primo e contro il secondo; che è ancora in grado di pensare e discernere, e che prenderà posizione coraggiosamente contro la decadenza politica, sociale, morale e spirituale dell’epoca.
– Daniel McAlvaney

Non pensate che io sia venuto a mettere Pace sulla Terra; non sono venuto a metter Pace, ma Spada. Perché sono venuto a dividere il figlio da suo padre, la figlia da sua madre, la nuora dalla suocera; e i nemici dell’uomo saranno quelli stessi di casa sua. Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; e chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me. Chi non prende la sua croce e non viene dietro a me, non è degno di me. Chi avrà trovato la sua vita la perderà; e chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la troverà.”
– Gesù (Matteo 10: 34-39)

CONTRO COSA SARA’ VERAMENTE QUESTA BATTAGLIA?

  • Ego induriti diventati “Conoscenza Negativa”
  • Controllo Mantale Emotivo
  • Paura della Vera Libertà
  • DEMONI INTERIORI
  • Conoscenza” Negativa

Il più grande nemico potrebbe non essere l’Ignoranza, ma piuttosto L’ILLUSIONE DI CONOSCENZA.

Controllo Mentale Emotivo
“Se è sgradevole, non voglio sentirlo, non voglio vederlo, e di certo non voglio dirlo ad altri! Lo ignorerò e basta e se andrà!”

La Verità è bellicosa. La Verità è, per sua stessa natura, in guerra con le forze della falsità e dell’inganno.
– Bertold Brecht

Crediamo letteralmente di essere nel giusto nell’ignorare un messaggio di Verità se il messaggero, in qualche modo, non ci piace. A mio avviso questo è un sintomo di follia totale.
– Anonimo


ARTICOLI CORRELATI

–> Legge Naturale Parte 1;
–> Legge Naturale Parte 2;
–> Legge Naturale Parte 3;
–> Legge Naturale Parte 4;
–> Legge Naturale Parte 5;
–> Legge Naturale Parte 6;
–> Legge Naturale Parte 7;
–> Legge Naturale Parte 8;
–> Legge Naturale Parte 9;


I Principi della Legge Naturale

I Principi della Legge Naturale: One People Public Trust 1776, la procedura che ha anche CHIUSO, PRECLUSO e PIGNORA tutto il sistema schiavistico messo in atto dalle CORPORAZIONI PRIVATE in Parvenza di STATI.

I PRINCIPI DELLA LEGGE NATURALE

Il 3 giugno 2011 i tre Trustee, il Procuratore del BAR Council di Londra Heather Ann Tucci-Jarraf, l’informatico Caleb Paul Skinner e il naturopata Hollis Randal Hillner, redigono insieme il FINAL PARADIGM REPORT, nel quale dimostrarono in modo inconfutabile che il sistema Bancario USA è controllato a livello internazionale da pochi centri di potere, sorretto e sostenuto dal Governo Americano il quale ha creato una frode, macchiandosi del più alto dei crimini contro homo a livello planetario…

La REPVBBLICA ITALIANA è un’AZIENDA di diritto privato iscritta alla SEC (Securities and Exchange Commission) come ITALY REPUBLIC OF CIK #0000052782; SIC: 8888-FOREIGN GOVERNMENTS con sede a Londra. La terra, per colpa delle bolle papali iniziate da Bonifacio VIII, viveva sottomessa alla legge dell’ammiragliato regolamentato da UCC (Uniform Commercial Code).

“Io ETERNAL ESSENCE”
Creato da Heather Ann Tucci-Jarraf

L’homo inteso come “Io eterna essenza” è stato citato quale beneficiario nell’entità giuridica The One People’s Public Trust del
1776 che venne quindi “chiusa” dai suoi stessi fondatori che, in luogo di questa, registrarono successivamente Eternal Essence a nome di ogni essere umano, incarnazione divina, che la riconosca e la riconfermi.

L’ uomo titolare di diritti non esiste. Ogni persona è titolare di privilegi. L’unico diritto immanente è la legge  naturale…
In questa intervista ne abbiamo parlato con barbara banco.


Creato da:

IAM-gcar-08221985
gaetano costantino antonio-rotondo
uomo giuridicamente vivo e custode del Comitato Liberi Pensatori

Link Ufficiali
Telegram Comitato Liberi Pensatori;
Pagina FaceBook Comitato Liberi Pensatori.

============================

INFO ADDIZIONALI

AZIENDA PRIVATA ITALY REPUBLIC OF, alias REPUBBLICA ITALIANA
Iscrizione dell’AZIENDA GOVERNO ITALIANO nel registro Pubblico Washington, D.C. (District of Columbia):
–> ITALY REPUBLIC OF;

Iscrizione dell’AZIENDA PRIVATA ITALY REPUBLIC OF, alias REPUBBLICA ITALIANA nel registro Pubblico del Regno Unito:
–> ITALY REPUBLIC OF è iscritta nel registro pubblico United Kingdom of;
–> Gli Agenti della società;
–> Documento di iscrizione;

Quando è nato il codice del commercio UCC?

Art. 10 della Costituzione ITALIANA
L’ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.
La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali.
Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge.

Non è ammessa l’estradizione dello straniero per reati politici [cfr. art. 26]. […]
Fonte: Senato ITA

* Ricordiamo che la COSTITUZIONE ITALIANA non è pubblica, del popolo Italiano, fu privatizzata nel 1948, quindi il popolo Italiano paga le Royalty a degli uomini e donne che non hanno nulla a che vedere con  il popolo italiano:

Quando è entrata in vigore la costituzione italiana?

1º gennaio 1948;

SENTENZA N. 48, ANNO 1979 (Sentenza Russell)
Le norme di diritto internazionale generalmente riconosciute che venissero ad esistenza dopo l’entrata in vigore della Costituzione, che il meccanismo di adeguamento automatico previsto dall’art. 10 Cost. non potrà in alcun modo consentire la violazione dei principi fondamentali del nostro ordinamento costituzionale, operando in un sistema costituzionale che ha i suoi cardini nella sovranità popolare e nella rigidità della Costituzione (art. 1, secondo comma e Titolo VI della Costituzione).
–> Leggi Documento SENTENZA N. 48, ANNO 1979 (Sentenza Russell);

Significa che tutta la normativa Italiana è già conformata alle norme di diritto internazionale generalmente riconosciute.

Diritto internazionale generalmente riconosciuto
La Uniform Law Commission fu costituita nel 1892 in parte per creare leggi commerciali uniformi. La Legge sugli strumenti negoziabili uniformi fu approvata nel 1896 e presto promulgata in ogni stato. Seguirono presto altre leggi commerciali: l’Uniform Sales Act e l’Uniform Warehouse Receipts Act nel 1906; l’Uniform Bills of Lading Act e l’Uniform Stock Transfer Act del 1909;

e l’Uniform Conditional Sales Act nel 1918. L’ULC si assunse ufficialmente il compito di redigere un codice completo per fornire linee guida per tutte le transazioni commerciali nel 1940. Nel 1942, l’ULC e l’American Law Institute si unirono in una partnership che metteva tutte le componenti leggi commerciali insieme in un Codice commerciale uniforme completo che fu offerto, (da non confondere con emanato), agli stati per la loro considerazione nel 1951.


ARTICOLI CORRELATI

–> Cartolarizzazione del capitale Umano;
–> La Frode del NOME Legale;
–> È sempre Cartabianca Rete4;


 

Legge Naturale Parte 8

Legge Naturale Parte 8: coscienza, questa è la chiave della nostra prigione, quello di cui si parla in questo video è il Buon Senso, normalmente non si pensa alla Coscienza come Buon Senso, o anche non si pensa alla Coscienza come a Conoscenza. COSCIENZA è CONOSCENZA.

PARTE 8:
Seminario on-line sulla Legge Naturale di Mark Passio. doppiato e realizzato da:

  • francesco sani;
  • daniela spedicato;
  • gio privitera;
  • andrea cardamone;
  • danilo villa.

LEGGE NATURALE PARTE 8

COSCIENZA non è comportamento, non è azione, ma è Conoscenza, che è la strada per uscire fuori dalla condizione attuale dell’Umanità.

COSCIENZA deriva dal prefisso latino “con”, che vuol dire “insieme” e il verbo latino “sciere”, che vuol dire “sapere o comprendere”.[…]  -FONTE

Mettendoli insieme si ottiene: “Sapere Insieme”, “comprendere insieme”.

La Coscienza è il BUON SENSO, cioè un Senso comune, Sapere comune, Conoscenza comune.

La definizione di COSCIENZA è: la Conoscenza definitiva della differenza oggettiva tra Giusto e Ingiusto secondo la Legge Naturale. Non c’è dibattito esiste intrinsecamente e oggettivamente. Può essere solo scoperta, compresa, conosciuta. È diverso dall’Azione, la Coscienza è la Conoscenza, noi agiamo in base a questa.

È diverso dal comprendere qualcosa e poi agire di conseguenza. Avere Coscienza è avere Buon Senso, conoscere la differenza fra Giusto e Ingiusto e comprenderla profondamente.

ESERCIZIO DI COSCIENZA

La Scelta in Libero Arbitrio dell’Azione Giusta rispetto all’Azione Ingiusta, una volta che la conoscenza definitiva della differenza tra Giusto e Ingiusto secondo la Legge Naturale è stata acquisita.

LA LEGGE DELLA LIBERTÀ

La Libertà e la Moralità sono direttamente proporzionali.

  • All’aumentare della Moralità, la Libertà aumenta.
  • Al diminuire della Moralità, la Libertà diminuisce.

Un altro modo di enunciare questa Legge sarebbe dire: “la presenza della Verità e della Moralità nella vita della gente di ogni data società è inversamente proporzionale alla presenza di Tirannia e Schiavitù in quella società”.

NON PUÒ esistere Vera Libertà in una società che ha adottato il RELATIVISMO MORALE.

Che cos’è?? Consiste nell’idea o convinzione che non ci sia alcuna differenza intrinseca ed oggettiva tra Giusto e Ingiusto, quindi che l’umanità può “creare” o “decidere” arbitrariamente ciò che è Giusto e Ingiusto per conto proprio.

LEGGE NATURALE contro LEGGE DELL’UOMO

  • La Legge Naturale è basata su Principi e Verità (intrinseca nella Creazione);
  • Rispettata tramite Conoscenza e Comprensione;
  • È Universale, esiste e si applica ovunque nell’Universo a prescindere dal luogo;
  • Eterna e Immutabile; esisterà e si applicherà finché esisterà l’Universo e non può essere cambiata.
  • La Legge dell’Uomo è basata su Credenze Dogmatiche, che sono costrutti della mente;
  • È obbedita per paura di punizioni;

Cambia a seconda del luogo e nel tempo sulla base del capriccio dei legislatori, come previsto nel Relativismo Morale che è uno dei Principi fondanti del Satanismo.

Quindi cosa vuol dire questo per la Legge dell’Uomo?
Semplice logica “Se-allora”

Sestyle=”font-family: Helvetica, serif;”> una particolare legge fatta dall’uomo è in Accordo con la Legge Naturale, allora segue logicamente che è ridondante, dato che stabilisce una verità che è già intrinseca, preesistente ed evidente. Pertanto è sia irrilevante che superflua.

Se una particolare legge fatta dall’uomo è in Contrasto con la Legge Naturale, allora segue logicamente che è, sia Falsa (Incorretta) che Immorale (Dannosa), o in altra parole, SBAGLIATA. Pertanto non può essere legittimamente vincolante per nessuno.

UGUAGLIANZA sotto La Legge Naturale

TUTTI hanno gli STESSI esatti Diritti. Nessuno ha più o meno Diritti di nessun altro.

Inoltre, dato che i Diritti non vengono creati dall’Umanità, e dato che sono diritto di nascita dell’Umanità, donatici dal Creatore dell’Universo, nessun essere umano o gruppo di esseri umani è veramente in grado di “concedere” Diritti a nessuno, né è in grado di “revocare” diritti a nessuno.

GOVERNO
Il Significato Etimologico = dal Latino gubernare, “controllare” e mens, “mente” = CONTROLLO MENTALE.

L’origine etimologica del suffisso Inglese -ment è spesso dibattuta, eppure è estremamente chiaro che coloro che hanno creato la lingua Inglese scelsero mens, il termine Latino per “mente”, per voler dire “lo stato di” o “la condizione di”, in diretto accordo con il Primo Principio della Legge Naturale, il Principio del Mentalismo, che attesta che affinché una particolare cosa, evento, circostanza, stato o condizione, esistano come lo stanno facendo adesso nella nostra realtà manifesta (Piano degli Effetti), devono dapprima essere esistiti nella mente (Piano della Causalità).

AUTORITÀ” – Giurisdizione
La definizione dal Latino jus, juris, “legge”, e dal verbo dicere, “parlare, dire”, pertanto giurisdizione significa letteralmente “dire cos’è la legge”.

Il concetto di Autorità è un ILLUSIONE di una psiche malata, basata interamente sulla VIOLENZA e costruita sull’erronea e dogmatica CREDENZA che alcune persone siano Padroni e che abbiano il diritto morale di comandare, e altre siano Schiavi che abbiano il dovere morale di obbedire ai Padroni.

La credenza nella legittimità dell’”Autorità” è la credenza nella legittimità della “Schiavitù”. In ultima analisi, l’”Autorità” è l’idea che l’Uomo possa diventare Dio, e tramite la “giurisdizione”, dettare legge.

RELIGIONE
Il Significato Etimologico = dal verbo Latino religare, “legare di nuovo; trattenere; impedire di andare avanti; vincolare.” Un sistema di CONTROLLO basato su CREDENZE indiscusse e dogmatiche, che trattiene il progresso della Consapevolezza.

L’UNICA VERA DIVISIONE
Esiste solo un’Unica Vera Divisione che separa l’Umanità in due distinti gruppi di individui. Il criterio di questa divisione è basato sul fatto che un individuo creda o meno nell’Autorità e pertanto creda che la Schiavitù sia legittima.

Questi due gruppi si dividono in STATALISTI e ANARCHICI.
Uno Statalista è un individuo che crede erroneamente che alcuni esseri umani siano investiti di “Autorità”, che gli concede magicamente il “diritto di governare” altre persone. “Autorità” significa che certe persone, che chiamiamo “Stato”, hanno il “diritto morale” di impartire ordini a coloro su cui governano (coloro che si trovano sotto la loro “giurisdizione”), e che i loro “sudditi” (schiavi), hanno “l’obbligo morale” di obbedire ai dettami arbitrari (“leggi”) stabiliti dai loro padroni.

Messa in maniera molto semplice, uno Statalista è qualcuno che Crede nella Legittimità della SCHIAVITÙ.

Per contro un ANARCHICO è uno che sa che NON potrà MAI esserci legittimità nell’”Autorità” e nello “Stato”, perchè quei termini sono semplicemente eufemismi per Violenza e Schiavitù, che sono sempre immorali e in contrasto con la Legge Naturale.

ANARCHIA
Il Significato Etimologico = dal prefisso greco an- (αν-)“senza, in assenza di”, e il nome greco archon,(αρχων): “padrone, governante”.

Anarchia NON significa “senza regole”, Significa letteralmente “senza governanti, senza padroni”.
Nessun governante. Nessun padrone.

L’Anarchia è lo stato d’esistenza in cui non ci sono Padroni e non ci sono Schiavi, pertanto, Anarchia significa, l’assenza di Schiavitù, o in altre parole, Libertà.

LA PAURA DEL CAOS
Il Caos è un Maestro. Ci insegna, tramite Apofasi, cosa NON fare.

Il sistema di Controllo e Schiavitù si basa sulla limitazione del Libero Arbitrio tramite la distruzione delle possibilità. La Vera Libertà include Infinite Possibilità, quindi, per definizione, include la possibilità del Caos. Questa possibilità va accolta senza Paura, se vorremo essere veramente liberi.

La Paura della possibilità del Caos È la Paura della Vera Libertà ed È la Morte dell’Immaginazione. L’Immaginazione è la potente capacità della mente umana di immaginare uno stato o una condizione diversi da quello che sono già manifesti.

L’immaginazione dev’essere presente per poter creare uno stato d’esistenza diverso da quello che stiamo attualmente vivendo, perché, secondo il Principio del Mentalismo, affinché si crei uno stato diverso nel mondo fisico (Piano degli Effetti) deve prima esistere nella Mente (Piano della Causalità).

Se l’Immaginazione viene repressa o distrutta (Controllo Mentale Totale), ogni cambiamento positivo del nostro stato di esistenza diventa impossibile.

Coloro che credono che l’”Autorità” sia necessaria e che credono debba continuare, sono stati ingannati a credere che la SCHIAVITÙ umana sia necessaria e debba continuare per impedire il Caos.


ARTICOLI CORRELATI

–> Legge Naturale Parte 1;
–> Legge Naturale Parte 2;
–> Legge Naturale Parte 3;
–> Legge Naturale Parte 4;
–> Legge Naturale Parte 5;
–> Legge Naturale Parte 6;
–> Legge Naturale Parte 7;
–> Legge Naturale Parte 8;
–> Legge Naturale Parte 9;


Legge Naturale Parte 7

Legge Naturale Parte 7: cose come il “delegare un torto” non esistono. In altre parole, se una specifica azione non è un diritto per un individuo, allora quell’azione NON può venire “delegata”, “concessa”, o “permessa” a nessun altro individuo o gruppo, e magicamente chiamata “diritto”. Quell’azione rimarrà per sempre un TORTO per la Legge Naturale.

PARTE 7:
Seminario on-line sulla Legge Naturale di Mark Passio. doppiato e realizzato da:

  • francesco sani;
  • daniela spedicato;
  • gio privitera;
  • andrea cardamone;
  • danilo villa.

LEGGE NATURALE PARTE 7: conoscere i diritti

Un TORTO NON può essere convertito in un Diritto così come un Diritto NON può essere convertito in TORTO. Stravolgimenti del genere NON possono essere resi magicamente reali. La maggior parte della popolazione crede erroneamente che sia moralmente possibile creare e delegare “Diritti” che non esistono o rimuovere Diritti che esistono.

La pretesa sui Diritti di altri individui si chiama schiavitù. Questa pratica è sempre “giustificata” da coloro che sostengono sia necessaria e richiesta per “salvaguardare il bene comune”, pertanto ad un gruppo di persone, che si autodefinisce “Stato”, è stato conferito il “Diritto” di imporre:

  • TASSE che sono la confisca (mediante la minaccia di violenza o imprigionamento) di una percentuale arbitrariamente scelta dei frutti del lavoro (una forma di Proprietà) di altri individui, sia che questi fossero d’accordo nel condividerli o no. La tassazione è solo un eufemismo per attenuare il carico espressivo di ciò che si intende Furto, Violenza e Schiavitù, le pratiche su cui poggia veramente.
  • PROIBIZIONI che sono la pretesa di — impedire ad altri di immettere — o — costringere ad altri di immettere — delle sostanze nel proprio corpo, e se rifiutano di farlo, di multarli o imprigionarli. È evidente che se il corpo di un individuo è effettivamente di sua proprietà, allora quell’individuo possiede sempre il Diritto naturale di decidere cosa verrà o non verrà messo nel suo proprio corpo.
  • PERMESSI & LICENZE che sono la pretesa di — impedire ad altri di compiere specifiche azioni — (anche se non causano danno ad altri o alla loro proprietà), a meno che non facciano appello (supplichino) lo Stato o lo paghino per avere il permesso di poter compiere quelle azioni. Ciò equivale a sostenere che i Diritti siano solo dei “privilegi”, che possono essere concessi o revocati dallo Stato, sulla base delle sue preferenze o a sua discrezione.

FORZA CONTRO VIOLENZA

È importante evidenziare la distinzione tra FORZA e VIOLENZA, poiché la FORZA può essere legittimamente utilizzata per autodifesa (forza difensiva), mentre la VIOLENZA implica l’uso ingiustificato e immorale della FORZA contro gli altri. Chiunque sia fatto oggetto di VIOLENZA, possiede il diritto di impedire a chi sta usando VIOLENZA, di continuare a farle del male con qualsiasi livello di FORZA sia necessario per fermare l’attacco, fino ad includere la FORZA LETALE.

I DUE PILASTRI DELL’ILLUMINAZIONE

I principi dell’Illuminazione Spirituale: il sacro maschile e il sacro femminile, sono stati distorti e soppressi dalla società per fini di controllo mentale.

  • IL PRINCIPIO SACRO FEMMININO chiamato anche Principio di NON AGGRESSIONE, dice di non usare la violenza, non dare immoralmente inizio a uso illegittimo di potere fisico per costringere, obbligare o reprimere le legittime azioni fisiche o libere scelte di un altro essere senziente.
  • IL PRINCIPIO SACRO MASCOLINO chiamato anche Principio di AUTODIFESA, dice che gli esseri senzienti hanno l’innato diritto di usare la FORZA per difendersi da VIOLENZA condotta contro di loro da altri.

PROPRIETÀ
PERCHÉ’ è questa la nostra attuale condizione?

La principale ragione per cui la nostra specie continua a subire una sistematica e crescente perdita di libertà è perché collettivamente non capisce in profondità la PROPRIETÀ e continua a commettere e a giustificare il FURTO.

Possedere qualcosa, significa che nei riguardi di quella cosa un individuo ne mantiene:

  • LEGITTIMO POSSESSO
  • CONTROLLO DEL SUO UTILIZZO
  • RESPONSABILITÀ

La Legge Naturale può essere fondamentalmente ridotta a una Sola Legge Spirituale: NON RUBARE.


ARTICOLI CORRELATI

–> Italia Sottomessa a UCC Avvocati confermano;
–> PERSONA FISICA FINZIONE GIURIDICA;
–> Legge Naturale Parte 1;
–> Legge Naturale Parte 2;
–> Legge Naturale Parte 3;
–> Legge Naturale Parte 4;
–> Legge Naturale Parte 5;
–> Legge Naturale Parte 6;